Sports

Non si fermano i sorpassi

Non si fermano i sorpassi nella diciassettesima giornata: cade l’Inter, vittoria di Napoli, Roma e Juve

Quello che sicuramente fa effetto della diciassettesima giornata di campionato è la prima sconfitta stagionale dell’Inter, consumatasi in casa contro l’Udinese. Per la prima in volta in questa stagione la squadra di Spalletti esce senza nessun punto dal campo. Dopo la prestazione non brillantissima contro il Pordenone, l’Inter continua sulla stessa scia: una partita al di sotto del proprio livello di gioco abituale, interpretata senza la giusta attenzione. Meriti anche dell’Udinese che gioca un match di grande personalità, tenendo palla, lottando su ogni pallone e non rinunciando mai a ripartire con coraggio in contropiede. All’inizio del secondo tempo l’Inter smette di giocare ed esce piano piano dalla partita, salvo qualche attacco finale, più di orgoglio che di altro.
Poche parole dietro si porta la prestazione del Napoli, anche se non ancora spumeggiante, specie se paragonata a quelle di inizio stagione. Ma è quanto basta per chiudere la pratica Torino nella prima mezz’ora e per riprendere la vetta della classifica. Grande iniezione di fiducia dopo le difficoltà delle ultime settimane. Inutile il gol di Belotti nella ripresa.
Molte emozioni quelle che giungono dall’Olimpico di Roma, non tanto per il risultato finale, quanto per come sia arrivata la vittoria della Roma: un gol in mischia di Fazio nel quarto minuto di recupero (dei sei concessi dall’arbitro) consegna la vittoria al fotofinish ai ragazzi di Di Francesco. Dopo aver mancato il gol in alcune occasioni, tra cui un rigore sbagliato da Perotti, i giallorossi riescono a trovare la via della rete solo nell’azione più strana, avvenuta nei minuti di recupero. A condannare il Cagliari c’è solo il risultato, anche se dopo la perdita di Barella per infortunio, i sardi erano calati nell’ultimo quarto d’ora. Vittoria molto importante per la Roma.
Il fatto che Allegri non parli più di attenzione e che faccia semplicemente i complimenti ai suoi ragazzi per i tre gol rifilati al Bologna, qualcosa ci fa capire. Sesta partita consecutiva fra campionato e Champions senza subire gol per una Juventus che sta tornando a fare la Juventus. Un’intensità pazzesca, un ritmo impressionante. Dominio territoriale e superiorità numerica in ogni zona del campo, dall’inizio alla fine, senza mai concedere niente e rincorrendo gli avversari sullo 0-3. Poco da fare per il Bologna. Un piccolo indizio su quello che saranno i bianconeri nel corso della stagione, per arrivare pronti a quel famoso mese di marzo che Allegri nomina sempre. Per il momento secondo posto riconquistato scavalcando l’Inter.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *