Sports

Continua lo show

Continua lo show del campionato italiano fatto di sorprese e sorpassi

Continua lo show della Serie A. Il campionato non smette di sorprenderci, come la trama di un film intenso, lungo e pieno di sorprese.
Roma-Lazio: lo spettacolo comincia nel primo anticipo di sabato, dove va in scena il derby della capitale. Grandissima prova della Roma di Di Francesco che torna ad imporsi in un derby scavalcando in classifica una Lazio meno convincente rispetto alle precedenti uscite. Dopo un primo tempo abbastanza in bilico, i biancocelesti pagano un calo di attenzione all’inizio della ripresa. Nel giro di quattro minuti, la Roma va a segno con Perotti su rigore e con Nainggolan, controllando la gara fino all’intervento del VAR che concede un rigore alla Lazio per fallo di mano di Manolas: Immobile riapre la partita dal dischetto, ma è troppo tardi. Finale un po’ sofferto e Roma in evidente crescita, non soltanto guardando la classifica.
Napoli-Milan: quello sceso in campo al San Paolo non è certamente un brutto Milan, sia per la disposizione in campo, sia per la personalità con la quale gli uomini di Montella interpretano la partita, provando a gestire il possesso palla (mai cosa facile contro il Napoli) e anche per l’atteggiamento. Il problema è che il Napoli di questi primi mesi di campionato è troppa roba per essere messo in difficoltà da avversari solo coraggiosi e ordinati. Ci vuole ben altro, specialmente quando gioca fra le mura di casa. Difficile trovare difetti a questa squadra sin qui. Vittoria importante per il consolidamento del primo posto in classifica.
Sampdoria-Juventus: Cosa sta succedendo? Eccola la domanda che si fanno in molti. Un pomeriggio da incubo per la Juventus che cade clamorosamente a Marassi davanti ai colpi di una Samp a dir poco favolosa in casa. Per una volta anche le dichiarazioni di Allegri non sembrano molto convincenti. Vero che il primo tempo era stato abbastanza equilibrato, ma poi? Non si può uscire dalla partita, prendere altri tre gol fuori casa e fermarsi a protestare invece di difendere. Questa non è Juve. Le trame di gioco offerte non sono esaltanti, la squadra corre poco, non ha voglia di sacrificarsi ed esce mentalmente dalle partite. Il Napoli torna a quattro punti di distanza. Urge trovare una soluzione e cambiare regime, altrimenti la lotta scudetto si complica molto, visto che le concorrenti non lasciano niente per strada.
Inter-Atalanta: nel posticipo domenicale a San Siro la squadra Gasperini cerca il riscatto dopo aver raccolto un solo punto nelle ultime due partite prima della sosta. Però contro questa Inter, trascinata da un Icardi in assoluto stato di grazia, è molto difficile avere la meglio. Il primo tempo finisce a reti inviolate. Nel secondo tempo è proprio il capitano dell’Inter a prendersi la scena. Con una doppietta favolosa di testa, da vero centravanti d’area, regala all’Inter la vittoria e il secondo posto in classifica, scavalcando nuovamente la Juventus. Dodicesimo e tredicesimo gol in campionato per Icardi.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *